VIA DELLE MONDINE 6, 41012 CARPI (MO) ITALY

Barbablù

Barbablù

di Costanza DiQuattro
con Mario Incudine
regia di Moni Ovadia

musiche di Mario Incudine
eseguite dal vivo da Antonio Vasta
scene e costumi Elisa Savi

Produzione Centro d’Arte Contemporanea Teatro Carcano
in collaborazione con Teatro Pubblico Ligure e Circuito Teatrale Siciliano

Non esistono fiabe non cruente. Tutte le fiabe provengono dalla profondità del sangue e dell’angoscia
(Franz Kafka)

Barbablù è una favola antica, un racconto marcatamente noir, i cui contorni rosso sangue attraggono e ripugnano al contempo.
È una favola vera, immersa fra castelli incantati e chiavette magiche, amori infiniti e amori tragicamente distrutti.
In un posto senza spazio, in un tempo che non c’è, Barbablù si racconta a noi attraverso un delirio surreale di lucida follia.
Diverso da quello che la letteratura ci ha propinato negli anni, questo Barbablù si apre e si confida, racconta di essere stato e di continuare ad essere.
Lui, nella sua essenza di uomo, di bambino ferito, di amante frustrato, di figlio non amato.
Lui, uomo del suo tempo per ogni tempo.
Eterno insoddisfatto, cruento assassino, instancabile amante.
Un intenso monologo che racconta la storia del cattivo per eccellenza, i sette amori vissuti, le sette vite distrutte fino all’ultima, l’unica per la quale valeva la pena fermarsi.
E non solo alla favola si attiene al racconto.
La verità permea l’andamento dello spettacolo; la verità storiografica di un personaggio realmente esistito, il cui nome echeggia ancora nel mondo sotto il ricordo fantastico di Barbablù.