VIA DELLE MONDINE 6, 41012 CARPI (MO) ITALY

Ron

Ron

Box 1

Besides the exploration of a new operatic expression in the chamber opera, our repertoire is focused on the contemporary opera and its influence on the modern art. Discover the best performers and plays.

Box 2

Besides the exploration of a new operatic expression in the chamber opera, our repertoire is focused on the contemporary opera and its influence on the modern art. Discover the best performers and plays.

Box 3

Besides the exploration of a new operatic expression in the chamber opera, our repertoire is focused on the contemporary opera and its influence on the modern art. Discover the best performers and plays.

crediti foto di copertina: Stefanino Benni

Al centro esatto della musica 


RON va in teatro con un nuovo live, uno spettacolo musicale originale dal titolo eloquente, “Al Centro esatto della Musica”, che riprende l’incipit di uno dei suoi tanti successi e che bene descrive lo stato di grazia che l’artista sta vivendo.
Il debutto è fissato per il 27 febbraio dal Teatro Civico di Vercelli.

Quale metafora più congeniale se non “il centro esatto della musica” per un cantautore che esprime il meglio proprio su un palco, davanti al suo pubblico? Ma non solo, “un posto dove andrei tutte le sere a cantare è proprio il teatro”racconta RON“dove le canzoni vivono in un ambiente ideale, a volte rivivono grazie a nuovi arrangiamenti che mi diverte fare con la mia band. Mi piace mettermi in gioco, e ora lo faccio come mai prima, vado in teatro con un concerto rinnovato, a cui abbiamo lavorato molto, perché vivo per la musica e sono felice quando sono davanti ad un pubblico… Da sempre è così, da quando ragazzino ho cominciato questo splendido mestiere di cantautore”.

Così RON si racconterà grazie ad uno dei repertori tra i più belli e conosciuti della musica d’autore italiana in una scaletta ricca di oltre venti titoli – tra successi e nuove canzoni, tratte anche dal celebrato album di due anni fa “Sono un figlio” – che includerà anche “Lontano Lontano” di Luigi Tenco, nella versione con cui l’artista ha aperto l’ultima edizione del “Premio Tenco”, quando lo scorso ottobre ha ricevuto il prestigioso ed esclusivo “Premio alla Carriera”, testimonianza di un affetto e di una stima nei suoi confronti sempre più ampi da pubblico e addetti ai lavori.

Qui le prime date annunciate del tour “Al Centro esatto della Musica” a cui presto ne seguiranno altre: 

27 febbraio – VERCELLI, Teatro Civico (data zero) ➡️ www.ticketone.it
28 febbraio – AOSTA, Teatro Splendor ➡️ www.webtic.it
1 marzo – CORTE FRANCA (BS), Auditorium 1861 Unità d’Italia ➡️ www.vivaticket.com
3 marzo – ROMA, Palazzo dei Congressi EUR ➡️www.ticketone.it
8 marzo – BARI, Teatro Forma ➡️ www.vivaticket.com
13 marzo – NAPOLI, Teatro Acacia ➡️shop.vivaticket.com
15 marzo – FOGGIA, Teatro del Fuoco ➡️www.vivaticket.com; www.happyticket.it
16 marzo – FOGGIA, Teatro del Fuoco ➡️www.ticketone.it; www.vivaticket.com
17 marzo – CAMPOBASSO, Teatro Savoia ➡️ ciaotickets.com
5 aprile – LEGNANO (MI), Citta di Legnano Talisio Tirinnanzi ➡️ www.ticketone.it
6 aprile – CONCORDIA SULLA SECCHIA (MO), Teatro del Popolo ➡️ www.vivaticket.com
7 aprile – CAMOGLI (GE), Teatro Sociale ➡️ www.vivaticket.com
19 aprile – PONSACCO (PI), Teatro Odeon ➡️biglietti a breve disponibili
20 aprile – PESARO, Teatro Rossini ➡️ www.vivaticket.com
23 aprile – MESSINA, Teatro Vittorio Emanuele ➡️ vivaticket.com
28 aprile – MILANO, Blue Note  ➡️ spettacolo in doppio set, alle 20.30 e alle 22.30; biglietti ore 20.30: www.bluenotemilano.com, biglietti ore 22.30: www.bluenotemilano.com

Rosalino Cellamare, in arte Ron (Dorno, 13 agosto 1953), è uno dei più importanti e amati cantautori italiani, protagonista indiscusso della musica d’autore.
Una carriera tra le più prestigiose della scena musicale italiana, un repertorio ricchissimo (26 gli album da studio) e tra i più belli del panorama d’autore, Ron vanta 8 partecipazioni al Festival di Sanremo (e una vittoria nel 1996 con Vorrei incontrarti fra cent’anni in coppia con Tosca), 7 al Festivalbar (vincendo nel 1982 con Anima), un Premio della Critica Mia Martini (con Almeno pensami nel 2018) e un Premio Bindi alla carriera (nel 2018).
Artista raffinato e sensibile, con il suo talento ed intuizioni compositive ha firmato moltissimi successi, anche per grandi artisti, rimasti impressi nella memoria collettiva, e molti dei quali sono tuttora tra i più programmati nelle hit radio.
Ron è uno dei principali protagonisti dei più grandi eventi della musica in Italia (solo per citarne due, il tour di “Banana Republic” con Dalla e De Gregori nel 1979, e il “Fab Four Tour” con Pino Daniele, Francesco De Gregori e Fiorella Mannoia, nel 2002).

Bio

La carriera di Ron inizia nel 1970 quando, non ancora diciassettenne, sale sul palco del Festival di Sanremo con ``Pa’ diglielo a Ma’``, conquistando da subito notorietà e favore del pubblico. L'anno successivo presenta “Il gigante e la bambina”.Negli anni ‘70 Rosalino mette le basi per la sua carriera: l’amicizia e la collaborazione con Lucio Dalla (si deve a lui anche la scelta del nome Ron), la stesura delle prime musiche, gli album sperimentali, i concerti impegnati e una parentesi nel cinema formano l’artista e lo lanciano definitivamente nel mondo della musica italiana.
Nel decennio successivo, grazie ad album di successo come “Una città per cantare”, “Al centro della musica”, “Calypso”, “Guarda chi si vede”, Ron diventa uno degli artisti italiani più amati e consolida il suo successo tra gli addetti ai lavori ed il grande pubblico.

GLI ANNI '90
Tra il 1990 e il 1996 nascono alcune sue canzoni entrate di diritto nella storia della musica italiana, come “Attenti al lupo”, “Non abbiam bisogno di parole”, “Le ragazze”, “Le foglie e il vento” e ``Vorrei incontrarti fra cent’anni”, con la quale vince, sul palco con Tosca, il 46° Festival di Sanremo.
GLI ANNI 2000
Le collaborazioni con altri artisti, la voglia di mettersi in gioco e l’impegno nel sociale segnano significativamente la produzione di Ron, a cominciare dall’album “‘70/’00”, passando dal “Fab Four tour”, dell’estate del 2002, dove Ron è sino ad sino ad arrivare nel 2006 al cd “Ma quando dici amore” e, nel 2008, a ``Quando sarò capace d’amare”.
Ron ritorna nel 2013 con “Way Out” e l’anno dopo è la volta del successo di pubblico del brano “Un abbraccio unico”. Nel 2016 esce con ``La forza di dire sì” e nel 2018 partecipa al 68° Festival di Sanremo con il brano inedito di Lucio Dalla ``Almeno Pensami” (classificandosi quarto). La canzone vince il Premio della Critica Mia Martini. Segue l'uscita dell'album ``Lucio!``, un omaggio all'amico attraverso la reinterpretazione di 12 tra le sue canzoni più amate, che Ron trasforma in uno spettacolo che porta in giro nei migliori teatri. Nel 2019 incide “C’è da fare”, in aiuto alle persone colpite dal crollo del Ponte Morandi. Il 9 gennaio 2020 esce al cinema “Hammamet”, nella cui colonna sonora sono presenti due canzoni di Ron: “Vorrei incontrarti fra cent’anni” e “Piazza Grande”.

IL 2022 E 2023
Per i 50 anni di attività artistica viene pubblicata nel 2022 “Non abbiam bisogno di parole” e l’atteso album di inediti “Sono un figlio”: un lavoro autobiografico dedicato a suo padre Savino, ritratto di un artista in stato di grazia. Una collezione di canzoni (scritte in collaborazione con grandi autori) in cui si racconta come mai prima e come frammenti vanno a comporre il prezioso mosaico che ci ha consegnato durante la sua carriera. “La musica è la vita che scelgo ogni giorno per me”, ha dichiarato Ron “e le canzoni, che a volte possono farci piangere o sperare, in fondo, rivelano l’essenza più intima di noi”. Il 13 agosto 2023, in occasione del suo settantesimo compleanno, Rai Uno gli dedica una puntata di Techetechetè. Il 20 ottobre 2023 riceve il Premio Tenco alla Carriera. Queste le motivazioni: “Quello che poteva sembrare il tipico sprint di un giovanissimo cantante, destinato - al pari di tanti altri - a qualche quarto d'ora di meritata celebrità, si è rivelato invece la marcia costante e inarrestabile, costellata di numerosi grandi successi scritti per sé e per altri grandi cantautori, di un artista caparbio e meticoloso, capace di crearsi una carriera di lungo corso. La sua affermazione anche presso il grande pubblico dimostra come si possano congiungere freschezza e intelligenza, e come sia possibile esprimere versi poetici con orecchiabilità ritmica”.