VIA DELLE MONDINE 6, 41012 CARPI (MO) ITALY

Vinicio Capossela

Vinicio Capossela

Bestiario d’amore

Dopo un anno di rappresentazioni live legate al suo ultimo album “Ballate per uomini e bestie” (La Cùpa/Warner Music, Targa Tenco 2019 come miglior album in assoluto), il 2020 vedrà Vinicio Capossela in scena con “Bestiario d’Amore”: concerto intimo e narrativo a soggetto amoroso e bestiale, un excursus lungo la vasta produzione del cantautore nell’anno del trentesimo anniversario della sua carriera. Il debutto è previsto il 14 febbraio, giorno dedicato al santo e martire Valentino, protettore degli innamorati, sotto le volte gotiche e gli animali in pietra della Union Chapel di Londra. Nella stessa data sarà disponibile nei negozi di dischi e sulle piattaforme digitali l’ultima e mirabolante impresa discografica del cantautore intitolata, per l’appunto, “Bestiario d’amore”. Non si tratta di un vero e proprio album ma di una piccola opera composta di 4 brani di ambientazione trobadorica che conclude il viaggio nel medioevo fantastico di “Ballate per uomini e bestie” affrontando l’ultimo e il più grande dei misteri della natura umana: l’amore. Per scavare all’interno di un tema tanto complesso Capossela ha preso ispirazione dal componimento letterario di un erudito del milleduecento, Richart de Fornival, che crea il suo bestiario d’amore attraverso una originalissima e brillante combinazione tra le favolose descrizioni naturalistiche dei Bestiari medievali e la fenomenologia dei comportamenti amorosi.
Da questo testo è stato ricavato un poema musicale illustrato dall’artista Elisa Seitzinger, vestito con orchestra sinfonica dal M° Stefano Nanni. E proprio da un’orchestra prenderanno il via, dal 22 febbraio, le prime tre tappe del tour italiano (Taranto, Fasano e San Severo) che vedranno Capossela accompagnato dall’orchestra ICO Magna Grecia diretta dal M° Stefano Nanni.
Seguiranno rappresentazioni più intime e narrative, sulla base del piano e voce, in luoghi di grazia e raccoglimento, piccoli teatri adatti all’evocazione di questo grande mistero che svela e mostrifica le profondità della natura umana.

A seguito dell’emergenza Covid-19, parte del tour è stato rimandato; queste le nuove date, in corso di aggiornamento:

PESARO, venerdì 2 ottobre 2020

MANTOVA, “Piani & Forti”, giovedì 22 e venerdì 23 ottobre 2020

AOSTA, domenica 25 ottobre

TRIESTE, rinviati concerti del 13 e 14 maggio, a breve dettagli

ROMA, Terme di Caracalla, posticipata al 2021, a breve dettagli

Bio

Cantautore, poeta, scrittore e fantasmagorico entertainer, VINICIO CAPOSSELA (Hannover, 1965) ha debuttato nel 1990 sotto l’egida di Renzo Fantini (Paolo Conte, Francesco Guccini) con il disco All’una e trentacinque circa, che gli vale la Targa Tenco, premio che gli verrà attribuito altre tre volte negli anni successivi.
Se sono i primi dischi “pre-biografici”, come Modì (1992) e Camera a sud (1994), a confermarne il talento in Italia e all’estero – è del 1995 un prestigioso sold out al Theatre de la Ville di Parigi – con Il ballo di San Vito (1996) arriva il primo deragliamento musicale: fanfare macedoni e la chitarra di Marc Ribot si fondono in una musica che vive di riferimenti e rimandi immaginifici e al tempo stesso più personali.
Dall’album Canzoni a Manovella (2000) in poi Capossela rivolge la sua attenzione a temi più universali, spesso ispirati alla grande letteratura, da Melville a Céline a Dante a Omero, mentre la sua attività concertistica, tanto in Italia che all’estero, è sempre più tesa alla rappresentazione dell’opera in forma di spettacolo e a radicarsi al tempo stesso in una serie di eventi unici senza repliche.
Nel 2003, dopo due anni di intensa attività concertistica, arriva L’indispensabile, la prima raccolta di successi contenente anche la sua prima cover di sempre, “Si è spento il sole” di Adriano Celentano. I lavori successivi, Ovunque Proteggi (2006), Da Solo (2008) e Marinai Profeti e Balene (2011) oltre ad incarnarsi in spettacoli di grande successo, forniscono lo spunto per una documentazione filmata, come nel caso dei due live Nel niente sotto il sole (2007) e Solo show (2009).
Alla Grecia e al rebetiko, “più che una musica, un modo di vivere”, dedica invece il disco Rebetiko Gimnastas (2012), il film Indebito (2013) girato insieme al regista Andrea Segre, presentato in anteprima al festival di Locarno e proiettato al cinema con enorme consenso di pubblico e critica, e il libro Tefteri, taccuino dei conti in sospeso (2013), pubblicato da Il Saggiatore. nel 2013 debutta come produttore per il disco “Primo Ballo” della Banda della Posta, un album di musiche per sposalizi con cui si esibisce in un tour di più di cinquanta date. Sul tema dello sposalizio, inoltre, incentra la prima edizione del Calitri Sponz Fest (2013), un festival da lui ideato e di cui è tutt’ora direttore artistico, Festival giunto alla sua settima edizione e che può contare quest’anno sul gemellaggio con la città di Matera in occasione della sua nomina a Capitale Europea della Cultura 2019.
Canzoni della Cupa esce il 6 maggio 2016 e vede la partecipazione di numerosi ospiti tra cui Giovanna Marini, Antonio Infantino, Los Lobos, Calexico, Flaco Yimenez. Alla pubblicazione dell’album fanno seguito un tour estivo di presentazione e due tour teatrali con spettacoli costruiti sui temi dell’Ombra e dell’Inverno. Nello spazio che li separa c’è l’occasione, nell’estate 2017, di realizzare – unico artista italiano - un tour estivo di Atti uniciprogettati esclusivamente per essere rappresentati una sola volta. A loro si affiancano il minitour di Combat Folk!e una serie di pubblicazioni e concerti in diversi paesi del mondo.
Il 2017 si conclude con l’assegnazione del prestigioso Premio Tenco, riconoscimento che il Club tributa alla carriera dell’artista, mentre nel 2018 entrano nel vivo le registrazioni di un nuovo lavoro discografico: ad aprile viene pubblicato il singolo ``Il povero Cristo`` che anticipa l'uscita dell'album Ballate per uomini e bestie. Il singolo è stato accompagnato dal video realizzato a Riace con la regia di Daniele Ciprì e la partecipazione straordinaria di Enrique Irazoqui e Marcello Fonte. Il tour teatrale di Ballate per uomini e bestie, previsto per l’autunno 2019, è anticipato da una nuova serie di concerti-atti unici e da alcune importanti date all’estero.
Il 14 febbraio 2020, nell’anno del trentesimo anniversario della sua carriera, esce in CD ed EP 10” il nuovo progetto discografico di Vinicio Capossela Bestiario d’amore (La Cupa/Warner Music Italy) presentato lo stesso 14 febbraio presso la Union Chapel di Londra.
Dal 22 febbraio è partito il tour italiano del concerto costruito intorno a Bestiario d’amore.